Cimitero acattolico di Roma


il Cimitero acattolico di Roma è destinato all'estremo riposo in generale dei non-cattolici stranieri, senza distinzione di nazionalità. Solo eccezionalmente viene concessa la sepoltura a italiani illustri che, per la cultura alternativa espressa in vita ("straniera" rispetto a quella dominante), per la qualità della loro opera, o per le circostanze della vita siano stati in qualche modo "stranieri" nel proprio paese. Tra loro, i politici Antonio Gramsci, Emilio Lussu, lo scrittore e poeta Dario Bellezza, Carlo Emilio Gadda e Luce d'Eramo.